CHI SONO

Giorgio Conti

Biografia artistica

È nato nel 1961 a Livorno, dove vive e lavora tuttora.

Diplomato Maestro d’Arte Sacra, presso l’Istituto “Beato Angelico”, a Milano.
Due anni dopo ottiene la maturità artistica all’Istituto d’arte “A. Pazzaglia” di Lucca. In questo periodo conosce lo scultore Prof. Vitaliano De Angelis, suo mentore artistico, di cui diventa grande amico e con cui condivide alcuni viaggi di approfondimento artistico-culturale a Parigi insieme ad altri artisti.
Agli inizi degli anni Ottanta fa pratica di restauro di dipinti murali nel laboratorio Tintori-Rosi, presso Palazzo Pitti a Firenze e ha modo di intervenire direttamente su alcuni dei maggiori cicli d’affreschi in Toscana.
La sua grande passione per la storia dell’arte lo porta a laurearsi in Conservazione di Beni Storico-Artistici all’Università di Pisa. Successivamente, per un biennio, fa pratica di gestione museale per conto della Cooperativa “Beni Culturali Toscana Management”(B.C.T.M.) in collaborazione con la Fondazione Piaggio di Pontedera (Pi). Dirige interventi di restauro monumentale per conto sia dell’Università di Pisa sia per importanti aziende edili in Toscana e collabora con studi professionali di architetti e ingegneri.

Autore, con l’Arch. B. Billi, di un libro su un intervento di recupero e restauro di un edificio del XIX sec. a Pisa.

Nel 2007 consegue il diploma di Tecnico per il trasporto e la movimentazione dei Beni Culturali presso la Fondazione dei Musei Senesi in collaborazione con il Polo Museale Fiorentino.

Dal 2008 decide di dedicarsi totalmente alla professione di fotografo e artista.

Sue opere sono conservate presso:
al “Centro Nazionale degli Studi Leopardiani” di Recanati (Pesaro), al “Ecomuseo dell’Alabastro” di Castellina M.ma (Pisa), nella chiesa di “S. Lucia” (Livorno), all’istituto d’arte sacra “Beato Angelico” di Milano, alla Fondazione “Stella Maris” del Calambrone (Pisa), nella sala conferenze “Benedetto Fagioli” della Diocesi di Livorno e al museo di Storia Naturale del Mediterraneo “Villa Henderson” di Livorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato dell'operazione (domanda anti-spam): *